Non riesco a trovare il link al pezzo di Scandlen ma era nella sua e-mail) .Ma Ignagni ha una spiegazione diversa: dopo molte ricerche, Karen e il suo team di crack hanno scoperto la causa degli alti costi sanitari!

Non riesco a trovare il link al pezzo di Scandlen ma era nella sua e-mail) .Ma Ignagni ha una spiegazione diversa: dopo molte ricerche, Karen e il suo team di crack hanno scoperto la causa degli alti costi sanitari!

Studenti di medicina e medici negli Stati Uniti hanno assunto un lungo impegno di tempo durante i vent’anni per padroneggiare le basi della medicina e completare una residenza. I nuovi medici oggi affrontano una quantità esorbitante di debito che richiede dai 10 ai 30 anni per ripagare. Dobbiamo continuare ad attirare gli studenti più brillanti e intelligenti in medicina senza scoraggiarli per i costi. Tutti gli americani ei 32 milioni di cittadini statunitensi recentemente assicurati contano sulla mia generazione per diventare il futuro della medicina. Non possiamo permetterci di lasciare che un cartellino del prezzo ci dissuada da questa responsabilità. Quando un amico e io abbiamo creato il primo giorno di lobby statale studentesco della nostra scuola di medicina, la soluzione proposta da molti legislatori è stata quella di trovare un lavoro secondario o di contrarre più prestiti agli studenti. Come ogni medico saprebbe, gli studenti di medicina già lavorano e studiano per più di 70 ore a settimana, il che non consente di guadagnare un sostanzioso reddito secondario. Propongo un modello di business unico, “Investi in un programma di lezioni per studenti di medicina” (IMSTP) per aiutare a mitigare il debito dei prestiti agli studenti. Ho iniziato a lavorare su questa idea tre anni fa, dopo averla presentata all’Organizzazione dei rappresentanti degli studenti dell’AAMC. Il mio obiettivo è creare una nuova impresa che elimini uno dei due problemi finanziari che devono affrontare gli studenti: costo delle tasse scolastiche e tassi di interesse. Poiché il costo delle lezioni è fissato dall’università, ho deciso di affrontare il tasso di interesse del 6,8% fissato dai prestiti diretti del governo federale. Continua a leggere … “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/tag/felix-jackson/ “, “200”, “OK”, “Di Harriet Messenger Harriet Messenger – Le nuove tecnologie consentono alle aziende farmaceutiche di essere in contatto diretto con i pazienti.

In che modo questo sta trasformando il settore e quali sono le opportunità e le insidie? Felix Jackson – Niente è veramente cambiato per quanto riguarda il modo in cui le aziende farmaceutiche possono interagire con i loro pazienti. Siamo sempre stati in grado di fornire informazioni ai pazienti. In effetti, è un requisito normativo che le aziende farmaceutiche forniscano informazioni sui pazienti. Ciò che è cambiato è che il framework digitale consente loro di farlo in modo molto più conveniente online e molto più potente. I luoghi in cui vedo questi cambiamenti sono luoghi come la consapevolezza delle malattie, dove le aziende farmaceutiche utilizzano la consapevolezza digitale per aumentare l’istruzione e le informazioni su una certa malattia e quando andare a cercare cure da un medico.opinioni su reduslim

Anche nel loro sostegno ai pazienti dopo la prescrizione. Pertanto, quando a un paziente viene prescritto un farmaco e necessita di informazioni dettagliate su quel farmaco, le aziende farmaceutiche stanno facendo molto lavoro per fornire tali informazioni digitalmente. HM – E ci sono delle insidie ​​in questo? FJ – Sì, uno dei problemi con il digitale è che è molto globale e quindi tradizionalmente le aziende farmaceutiche sono regolamentate su base geografica, per paese, e tradizionalmente è stato abbastanza facile da controllare, distribuendo volantini in una geografia specifica . Ora con Internet, se metti qualcosa online, è possibile accedervi da tutti i tipi di diverse parti del mondo e ciò può causare problemi. Tuttavia, non credo che questi problemi siano così gravi. Se ci pensi bene, si tratta di come stai mirando e mirando a quell’attività e se stai mirando ai pazienti del Regno Unito e filtri i siti web nel Regno Unito, allora è molto facile da controllare, o almeno più facile di quanto alcune aziende si preoccupino. Continua a leggere … “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/2008/06/20/from- the-ahip-fields / “,” 200 “,” OK “,” Divertimento e giochi sono stati divertiti da tutti ieri alla conferenza dell’America’s Health Insurance Plans (AHIP). (A proposito, ora ho una vera giornalista che lavora con me su THCB e dice che devo precisare quegli acronimi !!) Fuori un paio di migliaia di sostenitori del singolo pagatore hanno chiesto rumorosamente il divieto dei piani sanitari avidi. Ora so che l’AMA ha una battaglia in corso con gli assicuratori (leggi ieri l’esilarante pezzo di Michael Millenson su questo argomento su THCB). È anche vero che alcuni senatori democratici ce l’hanno con loro, anche se, come osserva Bob Laszweski, anche questo è “” non ancora del tutto “” un problema. Ma non erano loro fuori! Comunque è stato piuttosto divertente andare a un evento che aveva una demo reale piuttosto che una demo del software in corso! Ora il momento della folla del singolo pagatore non è ancora arrivato e c’è la possibilità che il settore dell’assicurazione sanitaria privata non si lasci cadere nell’oblio. (Anche se la mia ipotesi è che saliranno in 10-15 anni) Sì, mentre Jonathan Bush chiamava HIMSS “” un salone nautico “”, la sala espositiva dell’AHIP aveva un fornitore di software di cui non avevo mai sentito parlare che offrisse una barca reale come premio al fortunato vincitore che ha assistito alla presentazione! (Volevo vincere la barca, ma assistere a una demo per avere la possibilità di ottenere un biglietto della lotteria era semplicemente troppo come lavorare!).

È bello vedere che qui non c’è grasso nel sistema! C’era solo un’altra cosa che avrebbe potuto rendere AHIP più divertente per me. Per caso ci sarebbe una dichiarazione pubblica di qualche tipo dal presidente del mio gruppo commerciale preferito? Immagina la mia gioia quando arrivo alla sezione delle lettere del New York Times venerdì e vi trovo una missiva dell’universo alternativo abitato da Karen Ignagni! Sta rispondendo all’evidenziazione del NY Times del recente studio del Commonwealth che mostra che molte persone con assicurazioni spendono anche più del 10% di tasca propria per l’assistenza sanitaria – questo è chiamato “” sottoassicurazione “”. I pazzi a destra pensano che questa sottoassicurazione sia una buona cosa. (Non riesco a trovare il link al pezzo di Scandlen ma era nella sua e-mail) .Ma Ignagni ha una spiegazione diversa: dopo molte ricerche, Karen e il suo team di crack hanno scoperto la causa degli alti costi sanitari!

I costi sono saliti alle stelle a causa delle ampie variazioni nelle cure, dei trattamenti non coerenti con le prove mediche, una proliferazione di nuovi farmaci e tecnologie senza alcun sistema per valutare la loro sicurezza ed efficacia e un sistema di responsabilità medica fuori controllo. Questa è un’analisi fantastica. Pensa anche che i suoi membri stiano combattendo la buona battaglia! I piani di assicurazione sanitaria promuovono la prevenzione e l’intervento precoce, coordinano l’assistenza alle persone con malattie croniche, premiano un’assistenza sanitaria di alta qualità e investono nella tecnologia dell’informazione sanitaria che migliora l’efficienza e riduce gli errori medici. Tuttavia, gli analisti in questo universo, piuttosto che quello da cui proviene l’equipe di ricerca dell’AHIP, potrebbero essere perplessi dalla sua conclusione. I dati federali mostrano che questi sforzi stanno funzionando, poiché i premi dell’assicurazione sanitaria sono cresciuti lo scorso anno al tasso più basso in un decennio.

Ora, sono pronto ad accettare che alcuni piani sanitari, sebbene diversi membri AHIP siano gravi eccezioni, hanno alcuni programmi che premiano la prevenzione, la gestione delle cure croniche e alcuni stanno investendo in IT. È un lungo tratto, tuttavia, dire che stanno investendo nell’IT per prevenire errori medici, quasi tutto da parte dell’ospedale. Alcuni, soprattutto quei piani sanitari che sono strettamente alleati con le organizzazioni di fornitori – e stiamo fondamentalmente parlando di due stranezze sulla costa occidentale – stanno effettivamente integrando questi sforzi con medici e pazienti della vita reale. Dire che viene fatto generalmente e che funziona è solo un’altra bugia di Ignagni. Ma per dimostrare la menzogna, devi solo cambiare l’obiettivo. L’obiettivo non è più la riduzione dei costi, attraverso l’eliminazione di “” ampie variazioni nelle cure, trattamenti non coerenti con le prove mediche, una proliferazione di nuovi farmaci e tecnologie senza alcun sistema per valutare la loro sicurezza ed efficacia. “” Dopo tutto, c’è solo 30% -50% di grassi e rifiuti nel sistema a seconda di chi credi. L’obiettivo è ora ridurre il rapido aumento dei premi assicurativi. In altre parole, fare un po ‘meglio delle terribili esibizioni dell’ultimo decennio! Purtroppo il team di ricerca AHIP crack sembra aver perso un paio di recenti rapporti minori. Quindi lascia che li aiuti a sintonizzarli su ciò che sta accadendo in questo universo. In primo luogo, il tasso di diminuzione dell’aumento dei premi dell’assicurazione sanitaria è finito.

Così hanno detto quei comunisti a pagamento unico di PriceWaterhouseCoopers. Apparentemente i piani sanitari sono falliti nel ruolo in cui Ignagni pensa di aver fatto così bene, qualunque cosa dica “” Dati federali “”. Infatti, poiché il tasso di diminuzione dell’aumento si è fermato, non stanno nemmeno riuscendo con i loro standard bassi e bassi! E poi c’è la questione reale di ciò che interessa ai membri di AHIP, che è piacevole per la classe degli investitori, non molti dei quali erano fuori a protestare per un unico pagatore! Wall Street pensa che anche i piani sanitari stiano fallendo! Dopo che Coventry è diventata l’ennesimo assicuratore a perdere i suoi numeri questa settimana, la parola dalla comunità degli investitori è stata questa: la notizia ha rinnovato le preoccupazioni sulla capacità degli assicuratori di fissare un prezzo sufficiente per i loro piani sanitari per tenere il passo con l’aumento dei costi medici, e sembrava rafforzare il vedono alcuni a Wall Street che le società ora hanno poco spazio per assorbire passi falsi o pressioni esterne che avrebbero potuto fare ben pochi danni negli anni passati. “” Cinque delle sette società più grandi del gruppo hanno ridotto materialmente le linee guida negli ultimi tre mesi, rendendo difficile sostenere che non esiste un problema di settore “, ha scritto l’analista di Oppenheimer Carl McDonald, anche se ha detto che i dati non supportano timori di prezzi ridotti per aumentare le iscrizioni o di accelerare gli aumenti dei costi. Oppenheimer ritiene che per la prima volta in molti anni, il gruppo non stia beneficiando del rallentamento dell’aumento dei costi medici, (MH-mia enfasi), il che significa che “” non c’è più alcun cuscinetto nello spread tra le tendenze dei prezzi e dei costi, quindi ogni volta qualcosa va contro il gruppo, come una stagione influenzale peggiore del previsto o un calo dei tassi di interesse, si manifesta sulla linea di fondo. “” Quindi, in altre parole, gli assicuratori hanno avuto fortuna all’inizio del decennio. E ora quella fortuna è finita. Quindi aspettati che si voltino e inizi ad attenersi ancora di più ai loro clienti. Come mi ha detto la scorsa settimana il capo di un importante gruppo di datori di lavoro (parafrasato solo leggermente) gli assicuratori non gestiscono nulla. Ti fanno solo fatturare l’anno prossimo per quello che non sono riusciti a tirarti fuori quest’anno. Ciò è stato confermato per me in una conversazione che ho avuto con il veterano del settore sanitario Gene Drabinski che gestisce la gestione dell’assistenza presso il fornitore Trizetto e prima era presso il fornitore di informazioni Healthwise. Mi ha detto che l’interesse per la gestione dell’assistenza (cioè tutte quelle cose buone di cui parla Ignagni) aumenta solo quando la capacità degli assicuratori di trasferire i costi aumentati diminuisce verso la fine del ciclo di sottoscrizione.

Ecco perché negli ultimi due anni c’è stato interesse per le soluzioni di gestione dell’assistenza. Abbiamo concordato che con le ultime notizie da PWC, sembra che il ciclo di sottoscrizione sia al minimo, quindi possiamo aspettarci che i costi aumentino e l’attenzione degli assicuratori si sposti altrove (Gene ha suggerito che le risorse tendono a essere investite nel marketing in questo punto!). Quale pensava Gene fosse il problema più grande degli assicuratori sanitari? “” Essere rilevante. “” Sembra che abbia condiviso quella visione con la folla fuori. Ora, qui mi separo dalla compagnia dei miei amici che protestano fuori AHIP, penso che ci sia un ruolo razionale per gli intermediari (chiamateli piani, pagatori, come volete). E implica fare qualcosa per “” le ampie variazioni nelle cure, trattamenti che non sono coerenti con le prove mediche, una proliferazione di nuovi farmaci e tecnologie senza alcun sistema per valutare la loro sicurezza ed efficacia. “” Ma di sicuro non implica mentire. audace su ciò che hanno fatto, quando non hanno fatto nulla per giustificare le enormi quantità che hanno fatto finora in questo secolo. Ne ho discusso con qualcuno che è ragionevole l’altra settimana, e lei ha detto “” È un’associazione di categoria, cosa ti aspetti? “” Immagino che se è solo un’associazione di categoria, non preoccupiamoci di controllarli! Dopotutto nessuno paga a Ignagni 1,3 milioni di dollari l’anno per dire la verità!

Ma dovremmo sentirne parlare incontrastato sul NY Times? Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: Assicuratori, Policy, Policy / Politics “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https: // thehealthcareblog .com / blog / tag / caradigm / “,” 200 “,” OK “,” Di MICHELLE RONAN NOTEBOOM AMA: Qual è il piano di emergenza ICD-10? L’AMA e circa 100 altri gruppi di medici sollecitano CMS a sviluppare un piano di emergenza ICD-10 in caso di arretrato “catastrofico” dopo la transizione del 1 ° ottobre. Le organizzazioni vogliono che CMS renda pubblici i suoi piani per effettuare pagamenti anticipati o rimborsi per servizi già resi, collaborare con ONC per garantire che i sistemi EHR siano pronti per ICD-10 e confermare che gli appaltatori non effettueranno audit per il codice corretto. Il lato positivo qui è che queste organizzazioni non stanno (finalmente) chiedendo un ritardo nell’attuazione dell’ICD-10. Apparentemente CMS ha redatto un piano di emergenza in caso di interruzioni del processo di reclamo, ma non ha intenzione di renderlo pubblico. In quest’epoca di maggiore trasparenza, CMS deve rendere pubblico il piano, anche se i gruppi di fornitori troveranno sicuramente dei difetti nel piano. Ma non è meglio continuare a portare avanti la conversazione, solo in caso di catastrofe? Continua a leggere … “,” [viddler id = 35807355w = 560h = 275] Peter Kinhan, direttore generale di Clinical Transformation Solutions per GE Healthcare, ha parlato con Matthew Holt a HIMSS12. Clinical Transformation Solutions è un’azienda che supporterà GE e la nuova joint venture di Microsoft, Caradigm. “,” [Viddler id = 78d33a87w = 437h = 270] “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/tag/chest- pain / “,” 200 “,” OK “,” Di ANISH KOKA, MD È molto presto. Corro all’unità di decisione clinica (CDU) per vedere un mio paziente inviato la sera prima da una struttura infermieristica locale specializzata.

  Conosciute anche come unità di osservazione clinica, unità “obs” o unità di osservazione per soggiorni di breve durata, queste unità sono state progettate per aiutare a decomprimere i pronto soccorso affollati e deviare i ricoveri ospedalieri non necessari e costosi. Le unità sono in genere adiacenti ai reparti di emergenza e di solito sono gestite da medici di emergenza. La mia paziente in particolare è stata ricoverata a causa di un episodio di dolore al petto nella sua struttura. Una breve conversazione la sera prima con il personale del pronto soccorso ha rivelato un dolore toracico che clinicamente non era tipico per nessuna delle diagnosi temute di infarto, embolia polmonare o dissezione aortica. Anche un elettrocardiogramma e gli enzimi cardiaci erano inizialmente insignificanti. Indipendentemente da ciò, il paziente era anziano e aveva più altre comorbidità ed era un po ‘confuso. Ho consigliato un breve soggiorno per consentire a qualsiasi cosa maligna di dichiararsi.

E così, eccomi qui, all’unità di osservazione, a scavare pagine su pagine di incomprensibili stampe che chiaramente avevano raggiunto la fase nirvana dell’uso significativo (per coloro che si chiedevano, questo è dopo la fase 3). Ironia della sorte, l’informazione più utile risiedeva in una nota scritta a mano che descriveva l’episodio. Potevo capire perché la paziente fosse stata portata qui per essere ulteriormente valutata, ma dopo 18 ore di biomarcatori negativi, elettrocardiogrammi e nessuna ricorrenza dei sintomi, mi sono sentito a mio agio nel lasciarla tornare da dove era venuta. L’ho detto al personale del pronto soccorso … che ha annullato il suo stress test. Uno stress test? Sì, era stato ordinato uno stress test profilattico.

  Pratichiamo in un clima in cui ogni risultato negativo ha il potenziale per contenzioso: gli avvocati per negligenza avrebbero una giornata campale con il caso di chiunque si rechi al pronto soccorso, venga dimesso senza un qualche tipo di studio di imaging cardiaco e abbia un attacco di cuore. La mia raccomandazione di dimettere il paziente sposta la responsabilità di un esito avverso dal pronto soccorso sulle mie spalle, e quindi, puff va lo stress test.